Esiste Per Mac? Gli Emulatori per Mac OsX

Diciamo che non tutti hanno una passione talmente forte per il retrogaming da farne un vero e costoso Hobby. C’è anche gente come me ogni tanto, preso dalla nostalgia o dalla curiosità si dirige verso quei prodotti, che ai cultori del “retro”, fa venire i brividi. Sto naturalmente parlando degli emulatori.

Ad essere onesto pensavo di avere più problemi nel procacciarmi emulatori per il Mac, e invece non è stato troppo difficile. Quasi tutto quello che mi serviva è nativo, tranne che, ovviamente, l’emulatore per il mio vecchio Home Computer, l’ormai a voi noto Olivetti Prodest Pc128. Già il fatto che esista per Windows è straordinario (Disponibile in Download) ma sperare di averlo su Mac, soprattutto con GUI voleva dire chiedere davvero troppo. E allora? … E allora emuliamo Windows (quel tanto che basta) per emulare il Pc128. Utilizzeremo un emulatore per utilizzare un emulatore. Ma prima di parlare di questo computer, che interesserà solo a due o tre persone in Europa, veniamo prima a degli emulatori più “popolari”.
Open EmuOpenEmu è un emulatore di diverse consolle che potete scaricare da QUESTO INDIRIZZO. Per la precisione, le “macchine” emulate sono: Atari 2600, Atari 5200, Atari 7800, Atari Lynx, ColecoVision, Famicom Disk System, Game Boy / Game Boy Color, Game Boy Advance, Game Gear, Intellivision, NeoGeo Pocket, Nintendo (NES) / Famicom, Nintendo DS, Nintendo 64, Odyssey²/Videopac+, PC-FX, SG-1000, Sega 32X, Sega CD / Mega CD, Sega Genesis / Mega Drive, Sega Master System, Sony PlayStation, Sony PSP, Super Nintendo(SNES), TurboGrafx-16/PC Engine/SuperGrafx, TurboGrafx-CD/PC Engine CD, Virtual Boy, Vectrex e WonderSwan.

vice-logoVICE. The Versatile Commodore Emulator” permetterà anche agli utenti Mac di emulare la vecchia guardia della Commodore. Commodore C64, Commodore C128, Commodore VIC20, Commodore PET, Commodore PLUS4 ma anche di macchine meno popolari quali CBM 500, CBM 600 e CMB 700. Una volta scaricata la versione consigliata (preferred version) da qui, troverete nella cartella DOWNLOAD un classico file DMG. Il mio consiglio è quello di creare una cartella all’interno di “Applicazioni” e poi incollare il contenuto di questa DMG. Nella cartella ci saranno tutti gli emulatori, divisi per file. Non ci sarà quindi un’unica interfaccia per tutti i computer da emulare. Sono compresi anche diverse utility per convertire vecchie cassette e vecchi Floppy Disk.

FS-UAEFS-UAE, DISPONIBILE A QUESTO INDIRIZZO, sfruttando il codice già utilizzato per la versione Windows (WinUAE), riesce ad emulare differenti versioni dell’Amiga:  A500, A500+, A600, A1200, A1000, A3000 and A4000. Tuttavia Fs-UAE, non è un emulatore rigidissimo. Volendo si possono anche “creare” versioni inedite di amiga, modificando secondo il proprio capriccio la configurazione di una (ad esempio) AMIGA 500 e farla diventare qualcosa che non è mai stato prodotto fisicamente dalla Commodore. 

 

screen-shot-2015-05-18-at-10-10-54-amSdl-MAME non può che essere il porting del famoso MAME per Windows. Il “Multiple Arcade Machine Emulator” è  … o meglio era un emulatore che si prefiggeva lo scopo di portare “a casa” i vecchi giochi da sala-giochi, definiti appunto “arcade” (o Coin-Op). Ma perché se ne parla all’imperfetto? Non vi preoccupate, il MAME esiste ancora, anzi, è migliorato. Nel corso del tempo, MAME ha assorbito un progetto parallelo, denominato MESS (Multi Emulator Super System), Grazie a questa fusione, dunque, oggi MAME può essere utilizzato per emulare una vasta gamma di computer (per lo più d’epoca), console per videogiochi e addirittura calcolatrici, oltre, ovviamente agli arcade che erano il suo obiettivo iniziale. Sdl-MAME lo potete trovare cliccando qui.

screen-shot-2014-02-26-at-1-34-19-pmBOXER. Sebbene molti siano a conoscenza di DOSBOX emulatore di MS-DOS, non tutti avranno la pazienza di editare file di testo o di star dietro a comandi testuali per “montare e smontare” dischi, creare Hard-Disk virtuali, scegliere configurazioni eccetera. In questo viene in aiuto BOXER, che su MAC rende tutto molto più semplice con interfaccia grafica e menù a tendine. Lanciare un vecchio gioco Ms-Dos, insomma, con Boxer sarà quasi semplice come fare doppio click su un’icona. Potete dare un’occhiata QUI per farvi un’idea e scaricarlo.

WINwineskin-300ESKIN è invece basto sul progetto WINE, un (non) emulatore per applicazioni WINDOWS. È un (NON) emulatore per delle questioni tecniche che non sono sicuro di aver capito. In sostanza forniscono al programma scritto per Windows delle risorse alternative e libere in grado di permetterne l’esecuzione. Certo, non si potrà pretendere di far funzionare programmi professionali e complessi con WineSkin, ma per i più semplici, funziona. Nel mio caso particolare avevo bisogno di lanciare un piccolo eseguibile in ambiente windows (l’emulatore del PC128) ed ha funzionato. C’è solo un passaggio in più da effettuare. Bisogna prima lanciare il (non) emulatore WineSkin e da qui lanciare l’emulatore DCMOTO. L’esperimento è riuscito, l’emulatore su WineSkin ha funzionato perfettamente come quando lo provai dal mio Ex computer Windows. WineSkin lo potete scaricare

[

dcmoto_logoDCMOTO ed eccoci finalmente al più inutile emulatore della storia, almeno in Italia, per la scarsa quantità di persone che hanno sprecato la propria fanciullezza dietro ai giochi di certi computer. Thomson MO5, MO5E, MO5NR, MO6, T9000, TO7, TO7/70, TO8, TO8D, TO9, TO9+ e …. naturalmente la versione italiana: Olivetti Prodest PC128. Sebbene sia a quanto pare possibile lanciare questo emulatore nativamente su MacOs … il mio consiglio è quello di emulare Windows con WINESKIN e poi lanciare DCMOTO.EXE. Il perché è presto detto. Eviterete inutili menate in compilazioni e configurazioni ad hoc, soprattutto se non avete molta familiarità con il terminale. In più, la versione Windows, contiene al suo interno l’emulatore di tutti gli altri Thomson, che sono poi “gli originali”. L’Olivetti Prodest Pc 128 non è che il contenitore italiano del Thomson Mo6, e se avete avuto questo computer, potreste avere la voglia di vedere com’erano le schermate dell’originale M06 o semplicemente dare “uno sguardo” ai fratelli minori e maggiori della gamma, senza dover scaricare altri file.

 

… E dopo aver visto in particolare alcuni degli emulatori, c’è da dire qualcosa che ha valore generale. Spesso, bazzicando tra gli emulatori vi troverete nella situazione di non poter giocare immediatamente al vostro gioco preferito. Questo accade perché alcune “parti” di un emulatore non sono libere, ossia vigono ancora diritti d’autore su software o firmware necessari a farli funzionare. Insomma, estrarre da un CHIP le informazioni necessarie a farlo funzionare correttamente, non è sempre legale. Questo però accade con qualsiasi sistema operativo voi utilizziate, che si tratti di MacOs, Windows o Linux. Per emulare il Commodore Amiga, avrete bisogno del KickStart ad esempio e … beh in questo caso dovrete fare le vostre ricerche su google e scaricarlo da qualche sito di “mascalzoni” che lo ha messo a disposizione.

Per quanto riguarda i giochi, invece, la maggior parte è detta “abandonware”. Insomma sono giochi prodotti da case che sono fallite, dove magari vige ancora un effettivo diritto di autore ma nessuno effettivamente beneficerebbe di tali introiti. Insomma la legalità della distribuzione degli Abandonware è legata ad un filo molto sottile, ma reperire e scaricare giochi è molto più semplice che trovare, come detto più su Firmware per far funzionare questa o quella macchina all’interno di un emulatore. Cosa importante è che questi giochi, o software sono compatibili con qualsiasi sistema operativo. Lo stesso file funzionerà ad esempio sia su un emulatore di Commodore 64 per Windows, prodotto da Pippo, che su un emulatore di Commodore 64 per MacOs, prodotto da Pluto. Insomma, i siti dove cercare e scaricare le ROM (spesso sono chiamati così i file di giochi) li potete scaricare da qualsiasi sito senza specificare il vostro sistema operativo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *