Olivetti Pc128

PAC-MAN sull’Olivetti Pc128

Un Pac-Man per l'Olivetti Pc128: Bidul
Quel numero romano "IIII" grida vendetta!
Scritto da Dostalgia


No. Proprio Pac-Man non c’era per l’Olivetti Prodest PC-128 ma la “Infogrames” ne sfornò il clone per i computer Thomson .. quindi digeribile anche dal clone italiano. Per essere precisi esisteva una versione francese ed una per il mercato italiano. Cambiava davvero poco: solo la schermata di caricamento.

Se qualcuno si fosse fermato a leggere la storia descritta sulla confezione, a nessuno sarebbe venuto in mente di associarla a Pac-Man. Gli autori di Bidul, Antoine Leca ed Eric Canton hanno immaginato questo coso giallo, BIDUL, ossessionato dall’essere puntuale (per andare dove non si sa). Bidul deve quindi evitare gli orologi che lo inseguono nella sua giornata. Ma che romantici questi Antoine Leca ed Eric Canton! Perché dico romantici? … vediamo.

Per prima cosa, che vuol dire BIDUL? Boh, io in francese c’avevo 5! Però, grazie a Google ho trovato una parola francese molto simile (credo anche nella pronuncia) Bidule. Questo “bidule”, nel gergale ha un collegamento con un’altra e ben più strana parola: thingamajig

Thingamajig è una parola che si usa quando quella corretta ci sfugge di mente. In italiano la potremmo tradurre come “quel coso” “quell’aggeggio”, quella roba li”. Insomma, il nome di qualcosa che si è dimenticato. Bidul, insomma è un “coso” non ben definito.

In effetti BIDUL è proprio un coso. Anche se somiglia a me da quando ho perso i capelli.
In effetti BIDUL è proprio un coso. Anche se somiglia a me da quando ho perso i capelli.

E insomma si parte con un … labirinto! Qui si tratta di Pac-Man, solo che Pac-Man gira il suo labirinto mangiando puntini … Bidul gira il suo labirinto mangiando … DUE puntini … chissà se sia una scelta voluta o l’impossibilità di piazzare una pallina al centro del percorso. Ma … se il labirinto in Pac-Man non ha granché senso, nel francese BIDUL simboleggia la giornata del nostro personaggio.

I Power Up di base, quelli che permettono a Bidul di diventare da preda a predatore, sono quattro e sono di fatto simboli della sua giornata. C’è la casa, in alto a destra, il lavoro in basso a sinistra (simboleggiato da una fabbrica), il pranzo in alto a sinistra (un panino) ed infine il letto in basso a destra. Non ha importanza l’ordine con il quale si raccolgono questi power up perché abbiano effetto.

Il Labirinto simi Pac-Man di Bidul
Il Labirinto simil Pac-Man di Bidul rappresenta la giornata-tipo di un lavoratore

Mangiato un Power Up, le sveglie diventano di colore blu scuro e cercheranno di evitarti. Ogni sveglia mangiata servirà a far punti. A far punti serviranno anche degli oggetti che compaiono li, sullo spawn point del nostro personaggio. Tranne che per uno, tutti gli oggetti sono comprensibili visivamente e forse anche contestualmente.

Abbiamo da raccogliere, e se non lo facciamo l’oggetto semplicemente sparisce:

  • Una Bicicletta (forse per andare al lavoro? Chissà!)
  • Un Tram (sempre per andare al lavoro, magari quando piove? Boh!)
  • Uno stivale (a Bidul piace indossare stivali? Sono stivali anti-infortunistici? La sua azienda produce calzature? Non lo sapremo mai)
  • Una specie di “uguale” giallo … Mah, qui non azzardo ipotesi!

Bidul Infogrames
Gli oggetti che è possibile raccogliere nel gioco

Altri simboli sono presenti sulla schermata, in basso. Delle clessidre, che serviranno ad indicare il livello di gioco e dei pallini gialli, a simboleggiare quanti “Bidul” (vite) ci sono rimasti.

Ricordo di aver questo gioco in una cassetta piratata e piena di giochi. Comprata dal rivenditore di fiducia (che belli i tempi quando si comprava nei negozi sotto casa e non nei centri commerciali, o peggio, online) che non so neanche come abbia fatto a procurarsi tanto materiale, dato che erano gli anni doro del Commodore 64!

Se non ricordo male era tra i primi giochi del lato A. Non ricordo grandi giocate, probabilmente non mi era piaciuto allora così come non mi piace adesso. L’ho (ri)trovato difficile e anche un po’ legnoso nei comandi. Non sempre si riesce ad imbroccare la svolta desiderata e Bidul rimane incantato a farsi beccare dalla sveglia.

Lascia un Commento

19 + nove =